fbpx
Alimentazione 2017-12-27T11:41:57+02:00

Alimentazione

Per quanto riguarda l’alimentazione si consiglia l’utilizzo di un mangime secco di buona qualità e quindi che contenga una bassa percentuale di ceneri grezze e che gli elementi presenti al suo interno in maggior concentrazione siano la carne o il pesce e non i cereali o i prodotti dell’industria del pane.

Sicuramente già solo queste due caratteristiche incideranno sul costo del mangime, ma gioveranno sulla salute del cane.

Questo comunque non vuol dire che per far coesistere queste due caratteristiche il costo del mangime diventi proibitivo, ci sono infatti varie aziende del settore che producono ottimi prodotti a prezzi onesti.

Suddividiamo la vita dei nostri amici a quattro zampe in tre fasi: la prima dallo svezzamento fino ai due mesi, la seconda dai due mesi ad un anno e la terza da un anno in poi.

Utilizziamo a questo proposito 3 tipi di mangime diversi a seconda della fase di crescita in cui si trovano i nostri cani, al fine di fornire loro tutti i nutrimenti necessari ad uno sviluppo sano e corretto.

La prima fase compete sempre all’allevatore, mentre la seconda spesso coincide con l’ingresso del cucciolo nella nuova famiglia, che dovrà nutrirlo con crocchette apposite da cuccioli chiamate “puppy” o “junior”, indicativamente fino all’età di un anno. Dopodiché potrete passare ad un alimentazione da adulti, che sia preferibilmente Grain Free o Low Grain, cioè privo di grano o che ne contenga una bassissima percentuale.

Nel caso preferiste una dieta casalinga rispetto all’alimentazione secca, consigliamo sempre di iniziare dopo l’anno di età, poiché durante la crescita rischiereste di non dare il giusto apporto di nutrienti al vostro piccolo amico. Consigliamo comunque di affidarvi sempre ad un veterinario nutrizionista, che vi consigli una dieta bilanciata che possa essere adatta al fabbisogno del cane, anche in base al tipo di vita che conduce.

WhatsApp chat